Spiritfarer: How to Shear Sheep

Tra le tante cose che puoi trovare e raccogliere risorse in Spiritfarer ci sono le pecore, che possono fornirti un componente di lavorazione altamente versatile tramite la loro lana. Capire come ottenere questo componente può essere sfuggente, motivo per cui siamo qui per guidarti come tosare le pecore in Spiritfarer.

Come tosare le pecore in Spiritfarer

Per tosare le pecore in Spiritfarer, dovrai aver reclutato la Spirit Alice sulla tua nave.

Poco dopo, rivelerà che una pecora vi ha seguito sulla nave. Ti spiegherà quindi come tagliarlo, cosa che viene eseguita interagendo con esso premendo il pulsante quadrato su PlayStation 4, il pulsante X su Xbox One o il pulsante Y su Nintendo Switch e quindi scorrendo sull’opzione Taglio nel sottomenu di interazione.

Dopo aver selezionato l’opzione Taglio, acquisirai automaticamente 2 lana dalla pecora e dovrai quindi attendere un certo periodo di tempo prima di poterla tosare di nuovo. La quantità di tempo varia in base a quanto è ben nutrita la pecora, quindi nutrila regolarmente utilizzando cereali, verdure e altri componenti di cottura non preparati.

A cosa serve la lana

Per quanto riguarda il motivo per cui vorresti tosare le pecore in Spiritfarer, la risposta è semplice: devi raccogliere la lana per creare gli oggetti necessari per far progredire il gioco.

Dagli aggiornamenti della casa per i tuoi spiriti residenti agli aggiornamenti per la tua nave che ti consentono di vedere più del mondo, ci sono una serie di cose che puoi creare solo quando hai abbastanza lana, filo di lana o tessuto di lana. In quanto tale, dovrai accumulare una scorta considerevole di cose durante il tuo gioco e puoi farlo solo tosando le pecore tutte le volte che puoi.

Si spera che questo sia chiarito come tosare le pecore in Spiritfarer. Per ulteriori informazioni sul gioco, consulta alcune delle nostre altre guía su argomenti come come ottenere la polvere di silice e come utilizzare il mulino a vento.

Il post Spiritfarer: How to Shear Sheep è apparso per la prima volta su emagtrends.

Loading...
Loading...