Riepilogo e fine dell’episodio 6 di “Ishura” spiegato: Dakai ha ucciso Lana?

Ora che avevamo visto la maggior parte dei candidati per il concorso Hero of Heroes, Ishura aveva la pressione di portare avanti la storia e mostrarci come i personaggi fossero collegati. Il sesto episodio di Ishura sposta l’ago in avanti in questa direzione. I personaggi del primo episodio, che fino ad ora erano rimasti nascosti sullo sfondo, hanno mostrato di aver raggiunto Aureatia. L’arco narrativo di Yuno e Soujirou viene spostato in avanti, ma solo per un po’. Sorprendentemente, è la storia di Regnejee e Curte a rivelarsi più interessante e ad essere collegata in seguito al viaggio di Elia e Kia. Vediamo quindi Aureatia e Lithia prepararsi per la guerra imminente mentre i diversi gruppi appartenenti a diversi regni si scontrano, motivo per cui l’episodio è giustamente intitolato Gathering of Factions.

Spoiler in vista

Come ha fatto Hidow a portare Yuno dalla sua parte?

Yuno aveva perso Lucelles, la sua migliore amica, dopo che il golem gigante era stato attivato. Nagan, la sua città, era stata distrutta, ed era stato tutto grazie a Soujirou se era sopravvissuta al massacro. Qualcuno aveva pianificato la distruzione e lei voleva sapere chi c’era dietro. Ora che Soujirou e Yuno avevano raggiunto Aureatia, chiesero ai ministri del consiglio di informarsi sulla competizione Eroe degli Eroi, motivo per cui Soujirou aveva accompagnato Yuno. La sua partecipazione al viaggio finì lì. Era Yuno ad essere emotivamente legato al destino di Nagan e alla morte di Lucelles.

Fu Hidow, il ventesimo ministro del Consiglio Aureatiano, che venne a trovare Yuno e Soujirou. Intuiva che avrebbe potuto essere utile alla causa aureatina, dato che stava accompagnando un geniale spadaccino che avrebbe potuto esibirsi meglio in presenza di Yuno. Secondo le storie che raccontavano, doveva aver visto che Soujirou voleva impressionare Yuno, mentre lei aveva bisogno di scoprire chi era responsabile della distruzione di Nagan. Hidow procedette con misurata diplomazia e indicò Dakai, il bandito di Lithia che si era addentrato nelle profondità di Nagan e aveva attivato i golem. A Soujirou venne in mente il danno che aveva visto fare ad altri golem e iniziò a pensare che fosse stato Dakai a farlo. Sembrava interessato a lui, poiché cercava un degno avversario, e forse Dakai era proprio quello. Poiché Hidow aveva menzionato molto solennemente il nome di Dakai, Yuno era ora costretto a percepire Lithia come un regno barbaro e Taren come un sovrano indegno e crudele. La leggera inclinazione astuta nella voce di Hidow suggeriva che forse stava mentendo, o forse era perché era riuscito a portare anche Soujirou dalla sua parte, che era il suo motivo principale, a quanto pareva. Soujirou si sarebbe rivelato una risorsa nella guerra, e sebbene fosse un anticonformista a cui importava solo della competizione, Hidow lo attirò facendogli credere che tutta quella gloria lo avrebbe aspettato solo dopo la fine della battaglia con Lithia.

Perché Dakai ha interrogato Regnejee?

Dakai era già nella stanza di Curte quando Regnejee le venne incontro. A quanto pareva doveva essere l’orario del suo incontro quotidiano, ma notò qualcosa di strano. Percepiva la presenza di qualcun altro nella stanza, e Dakai non aveva remore a farsi vedere. Iniziò uno scambio acceso, che sembrava potesse trasformarsi in una rissa, e aveva qualcosa a che fare con Curte. Si scopre che Curte non era la vera figlia di Taren. Era stata adottata ed è così che è riuscita a far entrare Regnejee nel suo esercito. Curte credeva che Regnejee fosse un angelo, e Regnejee, d’altra parte, lavorava solo perché aveva avuto modo di incontrare Curte. Taren non aveva intenzione di spezzare il cuore di Curte e rivelare che Regnejee era una viverna che una volta mangiava membri della razza Minia. Quindi, in un certo senso, Taren aveva il controllo su Regnejee solo perché aveva la tutela di Curte, e la stava usando al meglio. Tuttavia, Dakai era nella stanza di Curte per leggere il suo diario. Curte aveva documentato tutte le sue chiacchierate con Regnejee in braille, ed era stato abbastanza negligente da menzionare alcuni dettagli sull’esercito lithiano e sui suoi sciami. Le accuse di Dakai erano di natura molto seria perché ciò renderebbe Regnejee un traditore, e Curte non sarà risparmiato in tutto questo. Regnejee ebbe un momento in cui voleva finire Dakai, ma sapeva che la sua parola arte non poteva competere con la rapidità di Dakai con la lama. Forse se ci fosse una distanza considerevole tra i due, allora forse Regnejee avrebbe avuto una possibilità, ma nel combattimento ravvicinato Dakai sarebbe stato un vincitore sicuro. Regnejee se ne andò con il cuore pesante, pensando che Curte l’avesse tradita scrivendo le informazioni riservate nel suo diario.

Perché Dakai ha arrestato Lana?

Elea era tornata, ma non in Aureatia. Kia era con lei e, sorprendentemente, è venuta a vagare per Lithia e abbiamo appreso che era impegnata in una missione segreta, che aveva ben poco a che fare con il Consiglio Aureatian. Hidow non era riuscito a contattarla perché si trovava in un villaggio remoto, ma ora era a Lithia e aveva incontrato Lana. Sì, la stessa Lana a cui Taren si era affidato per portare Higuare e Shalk e anche per spiare Aureatia. Sembra che Lana abbia fatto il doppio gioco, giocando con entrambe le squadre nella speranza che alla fine si schiererebbe con la più forte.

Elea ha incontrato Lana ma non aveva intenzione di presentarla a Kia. In effetti, il piano di Elea era uccidere Lana, poiché lei era l’unica a sapere che Elea era andata in un villaggio remoto per cercare qualcuno con il potere della “Parola del Mondo”. Elea si comportò come se tutto il suo viaggio al villaggio fosse stato un faticoso fallimento, poiché non riusciva a trovare nessuno con quel potere. Era una bugia, ovviamente, dato che Kia non era solo un ragazzo intelligente ma sapeva usare la Parola del Mondo in misura sorprendente. Elea aveva bisogno di rimuovere ogni traccia di qualcuno che le avesse fornito informazioni su una persona del genere, e il motivo potrebbe essere che voleva prendersi il merito esclusivo della scoperta di Kia. Ma prima che Elea potesse uccidere Lana, Kia entrò e si presentò a Lana. Elea aveva il cuore in gola, ma Lana non riusciva a capire che Kia era il bambino prodigio che Elea era andata a scoprire. Più tardi, Lana fu arrestata da Dakai, poiché immaginava che una volta Lana avesse lavorato per un’agenzia di spionaggio segreta che sapeva codificare in braille, e doveva aver addestrato l’ingenua Curte a scrivere informazioni riservate nel suo diario. I documenti sono stati ritrovati nei luoghi in cui Dakai aveva massacrato i fuorilegge e gli uomini dei servizi segreti aureati. Anche loro avevano documenti braille simili, e Dakai era certo che Lana fosse la traditrice in mezzo. Non l’ha uccisa, però, poiché aveva contribuito a portare creature potenti come Higuare e Shalk. La portò a incontrare Taren in persona, il che fu un problema per Elea. Voleva uccidere Lana e fuggire in Aureatia senza problemi. Utilizzerà Kia e la sua World Word per fermare Dakai e uccidere Lana? I prossimi episodi sveleranno tutto.