Recensione: Magnifico e pieno di personalità, Crusader Kings 3 è un monumento alla grande strategia

Non sono estraneo ai grandi giochi di strategia. Ho accumulato la mia giusta quota di ore in Crusader Kings 2. Ho avuto partite in cui combattevo con zii e fratelli assetati di sangue. Ho interpretato i governanti che avevano più amanti e alla fine sono stati costretti ad affrontare le conseguenze di avere così tanti figli bastardi. Ho persino dovuto giustificare il mio trono come nuovo erede dopo che il mio sovrano originale morì cadendo da cavallo un anno nella mia campagna.

Tutto questo per dire che mi sentivo come se avessi una buona idea di cosa aspettarmi da Crusader Kings 3. In gran parte sembra lo stesso, dove hai l’opportunità di tradire tuo fratello per ottenere la loro terra, o per attirare un alleato al tuo fianco solo per usarli in una guerra imminente che non avevi speranze di vincere. Ma c’è molto di più sotto la superficie. Anche 40 ore in una partita, potevo ancora essere scioccato dal mio spymaster che mi tradiva perché non li avevo aiutati a sposare qualcuno abbastanza velocemente.

Molti potrebbero obiettare che Crusader Kings 3 si sente troppo come il suo padre, ma ci sono abbastanza differenze e meccaniche raffinate per giustificare un sequel. E per i giocatori che sono nuovi alla serie, sei pronto per la migliore esperienza di Crusader Kings.

Di generazione in generazione

Immagine tramite Paradox Interactive

Crusader Kings parla di giocare come un sovrano storico. Puoi giocare nei panni di Iver il disossato, che invase l’Inghilterra nell’867, o come re Malcolm di Scozia, che nel 1066 combatté gli aggressori inglesi dal sud e i predoni gaelici a nord e ovest. Il gioco ti colloca nel mezzo della storia ma ti dà l’opportunità di plasmare ciò che accade, fornendo i tuoi colpi di scena unici su chi governa dopo di te e chi viene ricordato.

Crusader Kings 2 è uscito all’inizio del 2012. Lo sviluppatore Paradox, come è noto, ha continuato rilasciando 15 espansioni DLC che hanno aggiunto nuove meccaniche, masse continentali, religioni e governanti da giocare. Molti di questi nuovi sistemi e meccaniche sono arrivati ​​con Crusader Kings 3, e sono presentati in un pacchetto più pulito e originale.

Tutto è meravigliosamente reso. Ci sono nuovi modelli di personaggi 3D che mostrano cicatrici di battaglia o mancano di un arto da una guerra da cui si sono allontanati a malapena. Le animazioni dei personaggi sono meravigliose da guardare mentre compaiono durante i momenti chiave e molti di questi eventi non sono pianificati e comportano una scelta difficile.

Ci sono molte nuove meccaniche di ritorno e nel gioco. Affronti le situazioni pezzo per pezzo, spegnendo efficacemente un incendio prima che ne diventi uno nuovo, dall’essere diplomatico con i governanti vicini e tenere sotto controllo i vassalli alla gestione delle risorse fino alla guerra. Ogni aspetto è fondamentale da comprendere, ma il modo in cui li approcci dipende da te e dal personaggio che stai interpretando.

La strategia diventa personalità

Immagine tramite Paradox Interactive

Non c’è un modo chiaro per vincere in Crusader Kings 3, nessun punteggio da raggiungere per battere altri giocatori. Quando il tuo primo personaggio muore, diventi il ​​loro erede e scegli la tua campagna come loro. Se non hai un erede quando muori, il gioco è finito.

Giocare nei panni di un nuovo personaggio può sembrare un nuovo inizio nel mezzo di una campagna epica. Hanno stranezze di personalità uniche con cui devi affrontare che di solito li rendono diversi dai loro genitori. Questa meccanica ti offre diversi modi per affrontare il gioco. Il genitore del tuo personaggio avrebbe potuto essere più bravo a conquistare un paese con la forza bruta, ma il tuo nuovo personaggio potrebbe essere più adatto ad avvicinarlo diplomaticamente. Non esiste una risposta sbagliata al modo in cui giochi, ed è liberatorio.

La libertà potrebbe sembrare troppo, però. Senza una chiara condizione di vittoria, a volte è un po ‘complicato e difficile da capire. La tua preoccupazione principale è avere un erede e continuare a giocare per un’altra vita. Spinge i giocatori a creare i propri obiettivi, come diventare il re d’Irlanda o conquistare un vicino che i loro figli erediteranno dopo che se ne saranno andati. Lo rende più un gioco di ruolo che una grande strategia tradizionale.

Con quanto sia scoraggiante il gioco in generale, le meccaniche più piccole possono essere difficili da seguire. Tuttavia, Paradox ha creato un’esperienza più accessibile, rendendola più facile per i nuovi giocatori.

Una corte aperta

Immagine tramite Paradox Interactive

Devi avere un livello di accessibilità integrato per far funzionare qualsiasi grande gioco di strategia. Più è facile per i giocatori giocarci, più sono disposti a restare per imparare meccaniche complicate. Paradox condensa il sistema di tutorial di Crusader Kings 3 fino a quasi 20 minuti e offre ai giocatori le regole quasi immediatamente.

Viene mostrata una buona parte delle meccaniche di partenza ei giocatori hanno la libertà di saltare in profondità. Tuttavia, Paradox ti dà il volante ma non ti lascia mai solo in macchina, invece interviene con suggerimenti utili quando vede che potresti beneficiare ulteriormente di una situazione. Quando succede qualcosa, Paradox è lì per spiegarlo con un nuovo sistema di tooltip.

Ad esempio, il mio personaggio stava per incorrere in un problema in cui non sarebbe stato in grado di riscuotere efficacemente le tasse dalle loro province. Dovevano eseguire un comando specifico o rischiare di avere un effetto negativo. È apparso un suggerimento di notifica, che spiega tutto su cosa stava succedendo, cosa dovevo fare per tornare alla normalità e quali effetti negativi stavo evitando seguendo questa strada. Potevo scegliere come tutto accadesse, ma Paradox mi aveva fornito gli strumenti per gestire in modo efficiente la questione come ritenevo opportuno in base alla mia campagna.

Il verdetto

Immagine tramite Paradox Interactive

Crusader Kings 3 è enorme. Una singola partita può durare dozzine di ore, a seconda della velocità con cui giochi. C’è molto da digerire, ma Paradox ha affinato le sue grandi capacità strategiche.

Il passaggio da Crusader Kings 2 a 3 sembra giustificato e Paradox ha imparato come spiegare queste meccaniche ai giocatori sia prima che durante la loro campagna. Non c’è mai così tanto che ti senti troppo perso, e se ti confondi, Paradox ha quel tanto che basta per riportarti sulla buona strada. Crusader Kings 3 è perfetto sia per i giocatori nuovi che per quelli di ritorno.

Punteggio finale:

9/10

Loading...
+ Le animazioni e le immagini sono stupende
+ Il tutorial compatto lo rende accessibile ai nuovi giocatori.
+ Accoglie molteplici stili di gioco e strategie
+ Fornisce ai giocatori una voglia di viaggiare guidata
Una sensazione di caduta libera dalla libertà generale del gioco può sembrare travolgente.
Divulgazione: emagtrends è stato fornito con un codice di gioco a scopo di revisione.

Il post Recensione: Magnifico e pieno di personalità, Crusader Kings 3 è un monumento alla grande strategia apparso per la prima volta su emagtrends.

Loading...