Microsoft non andrà avanti con la riduzione del taglio di Xbox Store

I documenti riservati del caso Epic Games vs Apple, che sono stati creati a gennaio, descrivono in dettaglio i piani di Microsoft per ridurre al 12% il taglio delle entrate dai giochi venduti nello store Xbox. Secondo la tabella, “tutti i giochi passeranno a 88/12 in CY21”, il che significa che la società ha pianificato di eguagliare la ripartizione delle entrate per le console che ha già fissato per le vendite di giochi per PC. Questa sarebbe stata una mossa significativa poiché attualmente riceve un taglio del 30% da tutte le vendite di giochi per console digitali.

Immagine tramite Microsoft

Tuttavia, le recenti dichiarazioni fatte a The Verge dipingono un quadro molto diverso. Inizialmente un portavoce di Microsoft ha dichiarato che “non abbiamo in programma di modificare la quota di compartecipazione alle entrate per i giochi per console in questo momento”. Poi hanno chiarito con una dichiarazione successiva: “Non aggiorneremo la ripartizione delle entrate per i publisher di console”. Non è stato chiarito se i documenti fossero inizialmente imprecisi o se i piani fossero semplicemente cambiati dopo la sua creazione.

Microsoft, nel frattempo, prevede ancora di applicare le tariffe di negozio più basse per i giochi per PC nell’agosto di quest’anno. E sebbene gran parte del documento sia stato redatto, c’è una linea che descrive in dettaglio una condizione possibile ma molto importante per i tagli: “C’è una proposta attualmente in esame da parte del Gaming Leadership Team per adottare 88/12 come quota di compartecipazione alle entrate dei giochi per PC pubblici per tutti giochi in cambio della concessione di diritti di streaming a Microsoft. ”

Loading...

Questa clausola significa essenzialmente che gli sviluppatori dovrebbero avere i loro giochi disponibili per xCloud al fine di qualificarsi per il vantaggio in termini di entrate più elevate. Se quella clausola è ancora valida entro la fine di agosto, ciò potrebbe causare problemi poiché i diritti di esclusiva sono una fonte crescente di conflitto nei contratti di gioco.

Il post che Microsoft non andrà avanti con la riduzione del taglio del negozio Xbox è apparso per primo su emagtrends.

Loading...