Visions of Mana, la prima new entry della serie in oltre 15 anni, debutta con un trailer di presentazione

La serie Mana ha una new entry in arrivo per la prima volta in 15 anni sotto forma di Visions of Mana, e Square Enix ha rilasciato un trailer di rivelazione che anticipa ciò che ha in serbo.

Trasmesso in streaming durante i Game Awards 2023, il trailer offre un rapido sguardo all’estetica generale del titolo attraverso frammenti di gameplay, filmati della storia e frammenti criptici di dialoghi sullo schermo. Anche lo stile grafico è in bella mostra, con il gioco che sembra una versione ritoccata dei capitoli più recenti e dei remake realizzati per la serie negli ultimi anni.

In tutto il filmato si può vedere un protagonista dai capelli arancioni intraprendere le avventure del titolo. Mostra una sorprendente somiglianza con gli altri protagonisti della storia della serie, ma c’è ancora poco che si possa raccogliere sulla sua personalità.

Non dovrà avventurarsi da solo, però. Durante i segmenti di gioco, si possono vedere membri del gruppo e spiriti elementali che gli danno una mano. Gli spiriti in particolare gli offrono l’accesso ad aiuto e abilità speciali durante il combattimento, oltre ad alcune opzioni speciali di attraversamento nel mondo aperto del gioco.

È un primo sguardo solido al titolo e i fan dei giochi più recenti troveranno molto di cui essere entusiasti. È anche emozionante vedere la serie fare il salto verso un approccio più aperto, dato che i capitoli più recenti si sono dilettati in questo approccio progettuale solo attraverso aree separate più aperte da esplorare.

Il trailer completo può essere trovato in basso.

Visions of Mana uscirà nel 2024 su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X|S, Xbox One e PC tramite Steam. Per ulteriori informazioni sulla serie Mana e in particolare sulle recensioni dei remake più recenti della serie come Legend of Mana, dai un’occhiata ai nostri articoli correlati in basso.

Circa l’autore

Keenan McCall

Keenan è stato un nerd fin dalla tenera età, guardava anime e giocava da quando ricordo. Da quando ha conseguito una laurea in giornalismo nel 2017, ha scritto migliaia di articoli su argomenti di gioco, animazione e intrattenimento in abbondanza.