Spiegazione del finale di “The Archies” e spoiler: gli Archies salvano Green Park?

Commercializzato con un conto alla rovescia di 100 giorni e una dozzina di collaborazioni con il marchio, The Archies di Netflix è finalmente arrivato. Adattato per il grande schermo dai fumetti di “Archie”, il film porta la storia tutta americana in un’ambientazione indiana all’inizio degli anni ’60. Sir John Riverdale, un inglese, inviato per la prima volta a Bombay, si innamorò di una bellissima donna indiana di nome Sitara. Sembra che Sir John non potesse resistere a nulla di bello, quindi quando trovò uno splendido pezzo di terra da qualche parte tra le montagne, lui e sua moglie presero tutti i loro risparmi e i loro quattro figli, comprarono la terra da un Maharaj e chiamarono il loro nuovo Anglo -La città indiana di Riverdale, dopo di lui, ovviamente. La città crebbe e divenne un rifugio per i ragazzi metà britannici e metà indiani che non avevano nessun altro posto dove andare. Dopo l’indipendenza, molti lasciarono la città, trasferendosi in Inghilterra, ma coloro che rimasero piantarono le loro radici piantando letteralmente alberi nel loro parco centrale, Green Park. Questa è la storia della classe ’64.

Spoiler in vista

Cosa succede nel film?

Questa storia inizia quando una ragazza anglo-indiana, Veronica Lodge, torna a Riverdale dopo due lunghi anni. Ad anticipare il suo arrivo ci sono Betty Cooper, la sua migliore amica, e Archie, il suo amore a intermittenza. Mentre Archie è il cantante di una band e ha le ragazze più belle della città sotto il suo incantesimo, Reggie Mantle è il rubacuori della scuola con il suo aspetto untuoso e l’atteggiamento disinvolto. Il loro grande gruppo è composto anche da Jughead, il ragazzo che sa pensare solo al cibo (giusto), Dilly, il piccolo nerd più intelligente, ed Ethel, una giovane ragazza ambiziosa (sì, per quanto vago possa sembrare). Archie è quel ragazzo che vuole sfondare, da qualche parte lontano dalla sua piccola cittadina collinare e dove ci sono i ragazzi fantastici. Il suo grande sogno è trasferirsi a Londra e diventare una sensazione musicale globale. Naturalmente, ha dei genitori gentilissimi che credono in lui e si fidano delle sue decisioni, anche se la pensano diversamente. Mentre Archie è solo un disastro, i Lodge hanno qualcosa di grandioso in programma per la città.

Le loro grandi ambizioni: una piazza e un enorme hotel per portare turisti nella piccola e vecchia Riverdale. Dawson, capo del consiglio comunale e uomo con ambizioni politiche, farà tutto ciò che è in suo potere per attuare il loro piano in modo che possano aiutarlo a far avanzare la sua carriera. Mentre convince i membri del consiglio a unirsi alla sua parte e sostanzialmente a distruggere l’eredità di Riverdale – il loro prezioso Green Park – la gentrificazione della città è già iniziata per la grande piazza. All’inizio, i ragazzi sono tutti ignari di ciò che sta accadendo in città, ma quando il padre di Betty deve vendere la sua preziosa libreria (che sembra piuttosto magica), lei decide di agire. Lei si sta già allontanando da Veronica perché Archie ha deciso di fare il doppio gioco con loro, qualcosa che pensa sia solo il suo “amore” per entrambi (um, dirglielo allora?). Betty incolpa Veronica stessa per tutto ciò che sta facendo suo padre (oops), ricordandole che ha bisogno di rivolgersi alla sua segretaria per avere una parola (ahi). In preda alla rabbia, Veronica trova sua madre e chiede aiuto per quanto riguarda la libreria. Naturalmente, subito Hal Cooper avrà un nuovo lavoro nella nuova libreria in città.

Archie dimostra ancora una volta la sua ingenuità quando ricorda a tutti che vive in una bolla felice e non gli interessa la politica. È così preso dal suo programmato trasferimento a Londra, che non vede la sua città crollare. Ai ragazzi viene subito ricordato quanto sia importante per loro mantenere la città così com’è, e la notte del ventesimo anniversario dei genitori di Archie, tutti hanno una grande discussione. Per i genitori, questo non porta davvero a nulla, a ricordare che gli adulti non possono agire secondo la volontà, solo per bisogno, ma i bambini possono (boo). Questo è il momento in cui i ragazzi decidono di prendere in mano la situazione e mostrare alla città quanto tengono veramente a loro.

Perché Archie decide di restare a Riverdale?

Archie e Reggie parlano con Dawson, cercando di capire come possono far cambiare idea al consiglio riguardo all’apertura di un hotel a Green Park. Poi scoprono anche che gli alberi verranno abbattuti (bella bolla in cui vivono), il che significa che perderanno la loro eredità. Gomes, l’assistente di Dawson, che è sempre stato dalla parte di Riverdale, dice ai ragazzi che una petizione firmata da oltre la metà della popolazione di Riverdale può impedire all’hotel di diventare una realtà. Anche se tutti i bambini della scuola voterebbero, ai bambini non è consentito firmare, quindi spetta ai residenti adulti della città fare la differenza. Il lavoro di squadra fa avverare il sogno e Reggie decide di smettere per una volta di fare lo stupido e di scrivere un articolo per la Gazette di suo padre per dire ai residenti cosa sta realmente accadendo e esortarli a firmare la petizione. Il suo articolo è fantastico e suo padre è felicissimo, ma è allora che scoprono che sono i loro più grandi investitori, i Lodges, a costruire questo hotel! Niente soldi significa niente carta, quindi è un piano fallito. All’improvviso, i ragazzi sanno più cose sulla responsabilità sociale dei loro genitori e si arrabbiano contro Veronica, pensando che sia stata lei a parlare dell’articolo a suo padre.

In questo momento, Archie è ancora entusiasta di trasferirsi in Inghilterra, ma ha parlato con suo padre, che gli racconta di suo nonno, “Richie”. Rimase indietro e aprì un’agenzia di viaggi per restituire qualcosa a coloro che ne avevano bisogno. Il padre di Archie gli ricorda la gioia di restare a Riverdale, qualcosa che lui stesso ha sperimentato. Le corde del cuore vengono tirate e Archie va nel suo Green Park preferito per guardare l’albero che ha piantato, con il suo nome davanti.

Chi finisce con Archie?

In tutta eccitazione, il gruppo di amici decide di far firmare la loro petizione. Iniziano in piccolo ma forte. A Natale, Veronica capisce davvero quanto è sola perché i suoi genitori escono per un incontro di lavoro mentre i suoi amici non sono interessati a parlare con lei, no grazie a loro. Betty trova una triste Veronica durante una passeggiata e la riporta a casa dalla sua famiglia felice. Come si suol dire, l’erba del vicino è sempre più verde, quindi le ragazze discutono di come entrambe siano state molto gelose l’una dell’altra. Betty ammette di aver baciato Archie, non sapendo che Veronica provava ancora dei sentimenti per lui. Entrambi parlano di come non avrebbero interferito se avessero conosciuto i sentimenti dell’altra persona (sì, adoriamo le gang femminili). È facile far parlare Jughead con del cibo, così scoprono che ad Archie piacciono entrambi. L’amicizia trionfa sull’amore e le ragazze dicono ad Archie che è un amico fantastico, quindi le cose dovrebbero rimanere come sono. Per non dimenticare l’avvertimento di non intromettersi mai tra loro (sì, ci piace la solidarietà femminile!).

Qual è il segreto di Dilly?

Ora i ragazzi hanno raccolto 1200 voti, il che significa che ne servono poco più di 3000 in più per mantenere il parco senza tempo a disposizione. Archie ha l’idea di organizzare un festival per attirare il vecchio pubblico che è giovane dentro, ma come riusciranno a raggiungerli e riunirli tutti? La radio segreta di Dilly. Per quanto illegale possa essere, Dilly ha il coraggio di usare il suo segreto per una causa e annunciano il festival sul loro “Dilton-vani”. L’annuncio è assolutamente sentito e ricorda a tutti quanto sia importante Green Park. I ragazzi trascorrono la notte prima del loro festival a Green Park, sapendo che i Lodge cercheranno di iniziare a lavorare presto il giorno successivo. Organizzano una protesta e il padre di Veronica è sicuro che tutto finirà, quindi se ne vanno, lasciando che i bambini si divertano (complimenti).

I bambini salvano il parco?

Risposta breve: certo che lo fanno; questo è un film di Bollywood. Alla fine di The Archies, c’è una grande festa nel parco, con una dolce canzone della stessa band titolare. Vestiti, torte e barzellette vengono tutti venduti per le firme e, prima che tu te ne accorga, Dawson è preoccupato. Avendo poco tempo a disposizione, i ragazzi portano le petizioni man mano che vengono firmate. Mentre i voti vengono conteggiati in tempo reale, Dawson inizia a nascondere alcune petizioni. Non può essere un film di Bollywood senza drammaticità, e in qualche modo i fogli nascosti cadono dal cielo come aeroplani di carta, dimostrando che i ragazzi hanno effettivamente salvato il loro prezioso Green Park. Anche se la radio illegale di Dilton viene catturata, gli è consentito un ultimo annuncio. Ogni casa di Riverdale si sintonizza su “Dilton-vani” per rallegrarsi della vittoria.

Tutti sono contenti, ovviamente, anche il padre di Veronica, che vede il suo successo nel comportamento da uomo d’affari di sua figlia. I ragazzi hanno mostrato agli adulti che nessuno è troppo giovane per essere un rivoluzionario e che gli affari sono, in effetti, una questione piuttosto personale.