Spiegazione del finale di “Adrishya Jalakangal” e riassunto del film: dove sono i bambini?

Alcuni film credono nell’immersione dello spettatore nell’universo del film, e una volta eliminati coloro che non erano interessati a ciò che il film ha da dire, è allora che il film mostra che il ritorno sull’attenzione investita è stato in realtà piuttosto alto. Adrishya Jalakangal, o Invisible Windows, è un film straordinario che descrive in modo abbastanza sottile ma efficace gli effetti negativi della guerra e la brutalità che le persone devono affrontare, specialmente quelle ai margini della nostra società. Inoltre, conferisce alla composizione di ogni fotogramma una bellezza distopica, cosa che non ci si aspettava, ma il messaggio è chiaro: un luogo in cui le voci delle persone vengono soppresse o non vengono credute: questo è il manicomio di cui tutti dobbiamo diffidare. . Scritto e diretto da Bijukumar Damodaran, il film in lingua malayalam è interpretato da Tovino Thomas e Nimisha Sajayan, che recitano in modo piuttosto contro il loro tipo e se la cavano abbastanza bene nel ritrarre i loro personaggi. Tovino interpreta un personaggio senza nome, il barbone geniale, che venne messo in manicomio quando il paese stava per entrare in guerra. Forse i barboni erano visti come agenti stranieri. Per fortuna è uscito dopo sei mesi perché c’erano altri che dovevano essere ospitati. Nimisha interpreta una prostituta che trova rifugio in uno dei vagoni ferroviari vicino alla misteriosa fabbrica.

Spoiler in vista

Sinossi della trama: cosa succede nel film?

Il barbone senza nome ha avuto la fortuna di ottenere un lasciapassare gratuito dal manicomio, ed è stato lasciato andare, ma non senza l’avvertimento di non essere mai trovato a vagare di notte, come se fosse un crimine. Ora aveva la possibilità di tornare al suo carrello ferroviario che aveva trovato e trasformato in una specie di laboratorio di elettronica dove avrebbe inventato cose. L’uomo parlava molto poco, ma era diffidente nei confronti della ragazza sul carrello proprio di fronte al suo, e lei invitò operai e poliziotti a casa sua, facendo capire all’uomo che era una prostituta. Un giorno però andò a sbirciare per avere conferma. Trovò lavoro all’obitorio locale e trascorse le giornate a inventare cose e a giocare a calcio con i ragazzi che lo chiamavano zio. Il nonno dei bambini conosceva bene l’uomo ed era in fin di vita. La responsabilità dei bambini forse sarebbe ricaduta sull’uomo, e il lavoro all’obitorio forse era un modo per guadagnare più soldi. All’obitorio, scopre che i morti gli parlano, raccontandogli come sono stati uccisi.

Come ha fatto l’uomo a legare con la prostituta?

Tra i due c’era molta ostilità. Lo aveva visto sbirciare dalla finestra del carrello. C’era un’altra ragione: all’uomo non piaceva che i poliziotti o gli operai si avvicinassero ai carrelli o alla casa del nonno. Causavano sempre problemi e recentemente due uomini avevano chiesto al vecchio di lasciare il suo posto perché il terreno su cui era costruita la sua casa era ora di proprietà della fabbrica. Si parlava di guerra e la fabbrica era stata fondata per produrre armi, molto probabilmente di natura chimica, per lo sforzo bellico. Al nostro inventore senza nome la guerra non piaceva, perché fu il motivo per cui fu rinchiuso in manicomio. Le persone che vagavano o dormivano all’aperto, soprattutto quelle senza un’adeguata identificazione, erano ora considerate minacce e venivano rinchiuse in manicomio. La prostituta si guadagnava da vivere invitando poliziotti corrotti e loschi operai. Naturalmente c’era un po’ di apprensione nella mente dell’uomo. L’aveva giudicata per la sua scelta di lavoro e non voleva che i ragazzi si mescolassero con lei. Ma aveva cominciato a dare lezioni ai ragazzi, e a loro non importava affatto la sua presenza. Il nonno dei ragazzi gli disse di non giudicarla e, ascoltando il vecchio, si addolcì un po’. Era affascinato da lei fin dall’inizio, ma non poteva ammetterlo a se stesso. Anche lei moderò un po’ la sua rabbia quando notò che in realtà era un inventore e un uomo dai modi miti. La cena che gli aveva organizzato, dopo avergli chiesto di aggiustarle la lampadina, aveva davvero funzionato. Hanno condiviso le loro storie di vita, qualunque cosa potessero, e si è formato un legame. Ha rivelato di essere cresciuta con una famiglia portoghese, dove sua madre è stata uccisa e lei stessa è stata molestata. L’uomo ha iniziato a singhiozzare dopo aver rivelato che sua madre è stata uccisa da qualcuno in una notte in cui avrebbe dovuto piovere. Si svegliò pensando di essere inzuppato di pioggia, ma in realtà era il sangue di sua madre.

Qual è il vero significato dietro ciò che gli hanno detto i morti?

Ha sentito Basheer, lo scrittore, e poi il chitarrista della band, che gli ha raccontato come sono morti. Più tardi, ha sentito parlare dei quattro operai che erano morti lavorando nella fabbrica. Basheer rappresentava gli uomini colti che dovevano sopportare il peso maggiore di una società diventata intollerante. La sua morte per mano di uomini che gli hanno sparato a bruciapelo deve essere avvenuta perché stava sfidando l’establishment e aveva infastidito chi deteneva il potere. Il suo significato potrebbe essere che solo le persone che raccolgono armi un giorno le lasceranno cadere per prendere invece un libro. Il chitarrista è morto durante una fuga precipitosa. Si stava esibendo in un concerto che parlava dell’unità e della fratellanza dell’uomo. La polizia ha cominciato a picchiare tutti quelli che erano venuti a vedere il concerto, e quando hanno spintonato il chitarrista, rompendogli la chitarra, il suo cuore ha ceduto. La sua morte avrebbe avuto significato solo quando le persone avessero compreso il valore della musica nel riunire le persone. L’uomo senza nome è stato messo sul posto quando i quattro operai della fabbrica gli hanno detto che erano morti a causa di tubi difettosi da cui fuoriusciva fosfato liquido che, mescolato con l’aria, avrebbe cancellato ogni segno di vita nel raggio di 20 chilometri. L’uomo senza nome è andato a denunciare alla polizia i tubi difettosi, ma è stato cacciato perché ha menzionato anche la fonte delle sue informazioni, cioè i quattro operai morti all’obitorio.

Sono tutti morti?

Se i lavoratori avessero ragione, la fabbrica inizierebbe a funzionare dopo la visita del ministro locale. Saranno state circa le 19, e nel pomeriggio l’uomo senza nome ha tentato di visitare la fabbrica e denunciare il guasto agli operai. Ma gli hanno sparato e poi è stato cacciato via dalla polizia che lo ha giudicato pazzo. Non c’era modo che un uomo come lui potesse tirare le fila per impedire che la tragedia accadesse. Aveva fatto tutto quello che poteva. Al tramonto ritornò allo stesso carrello, che sembrava trovarsi nel raggio di 20 chilometri dalla fabbrica. Se la fabbrica avesse avuto tubi difettosi che non fossero stati riparati, i lavori avrebbero dovuto iniziare entro quella data, il che significava che i suoi effetti sarebbero iniziati.

Il nonno dei bambini era morto di morte naturale e la prostituta si prendeva cura di loro. Sembra che abbia ricevuto la visita di due poliziotti che volevano farla a modo suo, ma lei ha rifiutato. Quando hanno cercato di farsi strada e molestare la ragazza, la prostituta ha ucciso gli uomini. Stranamente, quando tornò con l’uomo senza nome, non c’erano corpi presenti e anche i due bambini erano scomparsi. Quando iniziarono la ricerca, all’uomo senza nome si unirono Basheer, il chitarrista e gli operai. Ma ce n’erano altri. Una folla si era radunata e aveva iniziato una missione di ricerca. I morti avevano detto all’uomo senza nome che non sapevano nulla di ciò che era accaduto dopo la loro morte, quindi non potevano dire dove fossero andati i bambini. Ciò che possiamo supporre da questo è che tutti coloro che cercavano i bambini sono morti, inclusa la prostituta e l’uomo senza nome.

Quando uscì per cercarlo, uscì allo scoperto, entrò in contatto con l’aria velenosa e morì. Durante la fine di Adrishya Jalakangal, i lavoratori parlano di come sono morti in pochi secondi. Quindi potrebbe essere che lei e l’uomo senza nome fossero morti; quindi, potevano vedersi. I bambini potrebbero essere stati salvati, dato che alla fine sono arrivati ​​gli elicotteri, il che significa che potrebbe esserci stata un’operazione del genere. Ma forse venivano a salvare il ministro, che era partito per la fabbrica. Un’altra teoria potrebbe essere che i ragazzi abbiano continuato a seppellire i corpi e siano ancora vivi, così come la prostituta e l’uomo senza nome. Il resto dei morti mostrati mentre cercano i bambini potrebbe semplicemente rappresentare altri che si sono fatti avanti per aiutare l’uomo senza nome ora che era in difficoltà.