Sinatraa sta finalmente tornando a Valorant Esports dopo le accuse di violenza sessuale

Esport

Il ragazzaccio è tornato.

Jay “sinatraa” Won sembra destinato a tornare finalmente al professionismo Valorant a seguito di accuse di violenza sessuale e successiva sospensione dal Valorant Champions Tour nel marzo del 2021 di Riot Games. L’ex Overwatch-trasformato-Valorant il giocatore all’epoca giocava per la squadra nordamericana Sentinels, ma è stato poi messo in panchina per un ruolo contenuto prima di andarsene definitivamente verso la fine dello scorso anno.

Dopo aver scontato la sospensione di sei mesi, emessa perché Sinatraa non ha “collaborato pienamente alle indagini”, è libero di competere ancora una volta. Non lo farà in Sentinels, però, né lo sarà a Valorantè il livello più alto, Tier 1. Invece, giocherà nel torneo Last Chance Qualifier per il torneo Challengers Tier 2, che si svolgerà alla fine di questo mese.

Sinatraa giocherà con “Untamable Beasts”, una nuova squadra composta da diversi nomi familiari, tra cui il suo ex compagno di squadra di Sentinels Jared “zombs” Gitlin e l’ex star di OpTic Jimmy “Marved” Nguyen.

L’annuncio è arrivato tramite Twitter all’inizio di questa settimana:

L’accoglienza finora sembra essere positiva, con il Tweet che ha accumulato quasi 1 milione di visualizzazioni e 7.000 Mi piace.

La qualificazione Last-Chance di NA Challengers si svolgerà tra il 17 e il 22 gennaio e vedrà la partecipazione di 256 squadre. Le squadre si sfideranno per due slot nella Challengers League del Nord America.