Riepilogo e spiegazione dell’episodio 9 di “La vendetta del matrimonio perfetto”: cosa succede all’assemblea degli azionisti?

In precedenza, in Perfect Marriage Revenge, Jung-Hye ha fatto un veloce colpo su Yi-Joo. Ha sfruttato meticolosamente le circostanze e ha messo Jin-Woong contro Yi-Joo. Ha fatto sembrare che Yi-Joo fosse responsabile della fallita acquisizione della Cassa di Risparmio da parte del Gruppo Hanwool. Ma non era tutto; Jung-Hye ha persino convinto il poveretto a delegarle i suoi diritti di gestione per il momento. Questo era stato l’obiettivo di Jung-Hye fin dall’inizio, e iniziò immediatamente a spostare le cose per adattarle alla sua agenda.

Spoiler in vista

Chi è Dong-Soo?

Come tutti sappiamo, la madre di Yi-Joo, Ji-Won, usciva con Jin-Woong. Quando Woon-Jae ne venne a conoscenza, Ji-Won era già incinta. Woon-Jae le ha offerto dei soldi e le ha ordinato di andarsene. Un paio di anni dopo, ricevette la notizia che Ji-Won era morto in un incendio in casa, insieme a Yi-Joo. L’incendio è stato causato da Jung-Hye. Jung-Hye ha pagato Dong-Soo, l’uomo che aveva visto segretamente, un bel po’ di soldi per uccidere sia Yi-Joo che sua madre. Jung-Hye, convinta che entrambi gli ostacoli fossero stati eliminati, corteggiò con successo Jin-Woong. Lo convinse a sposarla e in seguito diede alla luce Yoo-Ra. Tuttavia, Yi-Joo sopravvisse miracolosamente e finì nell’orfanotrofio, dove fu adottata da Jin-Woong. Quando Jung-Hye apprese che Yi-Joo era la vera figlia di Jin-Woong, tentò di ucciderla di nuovo. Ha avvelenato il cibo di Yi-Joo e ha incastrato la tata di Yi-Joo per questo. Fortunatamente, anche Yi-Joo è sopravvissuto. Tuttavia, ciò la lasciò con problemi di fiducia. Proprio per questo non voleva mai mangiare il cibo che gli altri cucinavano per lei.

Perché Jung-Hye sta sabotando la salute di Jin-Woong?

Per tutti questi anni Jin-Woong ha creduto che sua figlia fosse morta. Ma non poteva credere alle sue orecchie quando Yi-Joo gli disse che lei era della sua stessa carne e sangue. Yi-Joo gli ha persino mostrato i risultati del DNA che aveva segretamente ordinato. Yi-Joo gli ha detto che Jung-Hye ha assunto un delinquente per incendiare la casa di sua madre anni fa. Inoltre, Yi-Joo ha anche mostrato a Jin-Woong le pillole che prendeva da anni, senza mai chiedere a cosa servissero. Quelli erano psicotropi e soppressori dell’appetito. Se abusate, queste pillole provocano insonnia, ansia e pensieri suicidi. Dato che Jin-Woong aveva la pressione alta, queste pillole erano nientemeno che un veleno per lui. Lo scopo qui era quello di far ammalare Jin-Woong al punto da dover delegare i diritti di gestione a Jung-Hye. Questo è esattamente quello che ha fatto nell’episodio 8 di Perfect Marriage Revenge. Quindi, Jin-Woong ha creduto a Yi-Joo? No, non l’ha fatto e l’ha fatta scortare fuori dalle sue guardie. Quando Do-Kook fu informato sulla questione, giurò di mettere in ginocchio Jung-Hye. Ha consegnato una valigia piena di contanti al manager Kim e gli ha chiesto di trovare Dong-Soo, l’uomo che ha bruciato la casa di Yi-Joo.

Come faceva Jung-Hye a spostare le cose?

Non appena Jung-Hye divenne capo del gruppo Hanwool, iniziò a scuotere le acque. Significativi tagli salariali e licenziamenti furono la sua prima linea d’azione. Inoltre, l’immagine pubblica di Yoo-Ra era in fiamme, ma Jung-Hye ha sistemato le cose. Ciò è stato fatto per garantire che Jung-Hye non dovesse affrontare problemi nella prossima assemblea degli azionisti. Il duo malvagio ha anche lasciato intendere che Yoo-Ra usciva con Jung-Wook. Yoo-Ra ha anche tagliato tutti i legami con Se-Hyeok e sua sorella, dimostrando che li stava solo usando. Sia Jung-Hye che Yoo-Ra stavano progettando di portare dalla loro parte la maggioranza degli azionisti. Anche Yi-Joo aveva idee simili e, grazie alla connessione di Do-Na, ora aveva l’elenco completo degli azionisti. Jung-Hye ha sostenuto che da quando suo marito ha ampliato il gruppo Hanwool, avrebbero dovuto fidarsi di lei per il loro sostegno, non di Yi-Joo. Anche gli azionisti hanno risposto positivamente. Inoltre, Jung-Hye utilizzava le deleghe per convincere gli azionisti a delegare i voti a suo favore. Tuttavia, c’era un azionista in particolare di cui Jung-Hye aveva bisogno dalla sua parte. Era Jamie, la stessa donna che dava lezioni di cucina a Yi-Joo. Possedeva il 5% delle azioni Hanwool. Se Jung-Hye riuscisse a convincere Jamie, ciò giocherebbe in modo significativo a suo favore. Ma Jamie non aveva alcun interesse e negò l’incontro con Jung-Hye. Il motivo: Jamie aveva deciso di schierarsi con Yi-Joo.

Qual è il più grande segreto di Jamie?

Da quando è iniziato Perfect Marriage Revenge, ci siamo tutti posti la stessa domanda: è la madre di Jamie Yi-Joo? Sì, Jamie era davvero la madre naturale di Yi-Joo, la donna che pensava fosse morta nell’incendio della casa. Jamie, alias Ji-Won, voleva intenzionalmente che Yi-Joo si unisse al suo corso di cucina. Questo è il motivo per cui ha dato dei buoni gratuiti alla madre di Soo-Jin. Ji-Won ha dichiarato di voler espandere la sua clientela distribuendola all’amica di sua figlia. Dato che Soo-Jin e Yi-Joo erano migliori amici, i buoni finirono nelle mani di quest’ultimo. Ora, la domanda urgente era: se Ji-Won era viva per tutto questo tempo, perché non aveva contattato Yi-Joo? In realtà, l’incendio in casa lasciò Ji-Won in coma, anche se lei miracolosamente sopravvisse all’incendio. Dopo essersi svegliata, le è stato detto che Yi-Joo era morto. Il dolore era troppo forte da sopportare e lasciò il paese. Tuttavia, sul letto di morte, il padre di Ji-Won le disse che Yi-Joo era vivo. Ha scelto di nascondere la verità a Yi-Joo perché si sarebbe risentita per averla abbandonata. Ji-Won voleva essere al fianco di Yi-Joo per sostenerla come amica. Avrebbe poi rivelato la verità al momento giusto. Jung-Hye stava origliando il loro sincero scambio. Ha scoperto che la donna che pensava fosse morta era in realtà viva e vegeta. Jung-Hye temeva: e se si alleassero e cercassero di abbatterla? Durante Perfect Marriage Revenge, non avevamo mai visto Jung-Hye così turbato e agitato.

Cosa è successo all’assemblea degli azionisti?

Woon-Jae voleva trasferire tutte le azioni della sua azienda a Yi-Joo ed è stato questo il motivo per cui è scappato dalla casa di cura. Sfortunatamente, il suo avvocato lo ha tradito con Jung-Hye e lei lo ha rapito. Ha provato a costringerlo a trasferire le sue azioni a Yoo-Ra, ma il vecchio non ha battuto ciglio. Ciò non ha lasciato a Jung-Hye altra scelta se non quella di trattenerlo, in modo da non sabotare l’assemblea degli azionisti. Anche Jung-Hye decise di uccidere Yi-Joo, anche se aveva fallito più volte nel farlo. Ancora una volta, Jung-Hye si è fidata del suo ex amante, Dong-Soo, per il lavoro. Gli ordinò di uccidere Yi-Joo con qualsiasi mezzo. Nell’assemblea degli azionisti il ​​principale punto all’ordine del giorno era la transizione interna del CEO. Ciò significava trasferire la posizione di Jin-Woong come amministratore delegato al suo successore. Dato che Jung-Hye aveva convinto la maggior parte degli azionisti a sostenerla, pensava che sarebbe stata una passeggiata nel parco. Ha anche ordinato alla sicurezza di scortare Yi-Joo fuori dall’incontro quando si è opposta alla sua successione. Tutto andava bene per Jung-Hye finché non è stato così. Mentre Perfect Marriage Revenge si avvicinava alla fine, l’ex presidente Woon-Jae si è infiltrato nella riunione. Ha colpito la sicurezza per la loro audacia nel toccare Yi-Joo, lasciando Jung-Hye con un’espressione che aveva perso.

Cosa aspettarsi dopo?

È altamente improbabile che Jung-Hye riesca a riprendersi dal colpo di Woon-Jae. Anche se non era più il presidente, Woon-Jae esercitava ancora un’influenza significativa sugli azionisti poiché fu lui a fondare il Gruppo Hanwool. Jung-Hye avrebbe sicuramente perso tutti i voti una volta che Woon-Jae avesse detto a tutti la portata delle sue ambizioni. Ciò capovolgerebbe la situazione a favore di Yi-Joo, che probabilmente diventerebbe il prossimo CEO ad interim di Hanwool Group. Yi-Joo acquisirebbe anche la maggioranza delle azioni una volta che Woon-Jae avesse avviato il trasferimento.