Riepilogo e fine dell’episodio 5 di “Livellamento in solitaria” spiegato: Jinwoo può sconfiggere il boss del dungeon di grado C da solo?

In un mondo infestato da bestie ultraterrene assassine e terribili signori, gli umani emergono come il gruppo più spregevole in Solo Leveling, poiché la serie aderisce al tema comune della tradizione dei mostri. Nell’episodio precedente, è stata mostrata la ritrovata capacità di Jinwoo di accedere al mondo attraverso un registro virtuale. Mentre si avventurava in un “Dungeon di istanza”, Jinwoo ha lanciato una sfida contro orde di diversi tipi di nemici e, dopo averli eliminati con successo, ha rapidamente scalato i livelli delle abilità del Cacciatore. Nell’episodio precedente è stata evidenziata la motivazione di Jinwoo per l’auto-miglioramento, che sembra essere associata anche alla sua responsabilità di proteggere la sua famiglia. Alla fine, dopo aver sconfitto il boss del dungeon, l’ex cacciatore più debole apparentemente ha sfruttato il suo potenziale nascosto per diventare uno dei più forti.

Proprio come l’episodio precedente, il quinto, intitolato A Pretty Good Deal, ruota attorno all’arco narrativo di Jinwoo, con scarsi momenti dedicati alla trama più ampia. La serie si sta prendendo il tempo per inquadrare il ruolo che il protagonista assumerà nel lungo periodo, il cui punto di vista guida gli spettatori attraverso la costruzione del mondo consolidata.

Spoiler in vista

Chi è Baek Yoonho?

All’inizio dell’episodio, gli spettatori trovano Jinwoo all’ospedale dove era stato precedentemente ricoverato dopo l’incidente nel dungeon del Tempio di Cartenon. Anche se da allora si è ripreso completamente ed è uscito di nascosto per allenarsi e migliorare le sue abilità, Jinwoo sta ancora interpretando il ruolo di un paziente per evitare ogni forma di sospetto. Dopo essere salito di livello durante la sua avventura “Instance Dungeon”, il fisico di Jinwoo è migliorato in modo significativo e le infermiere dell’ospedale sembrano averlo notato mentre segretamente quasi svengono per lui. Alla fine Jinwoo viene dimesso e uno degli assistenti trova il coraggio di chiedere il suo numero. La sequenza iniziale si presenta come un trattamento fantasy da fan-service e il materiale originale abbonda di questi momenti.

Ad ogni modo, la scena si sposta in un telegiornale e ci viene presentato il celebre cacciatore, il potente Baek Yoonho. Veniamo a sapere che Baek è uno dei sette cacciatori di grado S del paese; attraverso la sua conversazione con il giornalista, si scopre che era un pompiere prima dell’emergere del regno e del risveglio dei suoi poteri. Sottolinea l’importanza di allenare costantemente mente e corpo, vista la pericolosità della vita di un cacciatore, e allo stesso tempo ricorda come la sua passata vocazione gli abbia permesso di sviluppare un forte senso di consapevolezza. Successivamente, viene mostrato uno scorcio dell’estenuante regime di allenamento di Baek mentre mostra imprese di incredibile forza, e apprendiamo anche che è un maestro della gilda della squadra di cacciatori a cui è associato.

Gli spettatori hanno già incontrato Baek in precedenza durante l’incidente dell’invasione dei mostri sull’isola, poiché Baek e altri due cacciatori di grado S hanno salvato la situazione salvando alcuni dei loro compatrioti di basso rango. Anche se non ci sono ancora indicazioni, Jinwoo prima o poi lo incontrerà.

Perché Jinwoo ha partecipato al raid di livello C?

La scena si sposta a casa Sung mentre Jinwoo saluta sua sorella Jinah, che sta partendo per andare a scuola. Avendo un po’ di tempo libero a disposizione, accede al registro virtuale e aggiunge alle sue statistiche i punti aggiuntivi che ha ricevuto salendo di livello.

Ben presto, una chiamata del suo padrone di casa riporta Jinwoo alla realtà mentre viene informato del suo affitto in sospeso. Il motivo principale per cui si è unito alla vita di cacciatore è stato quello di provvedere alla sua famiglia, e ora che è stato in grado di diventare più forte, guadagnare bene razziando dovrebbe essere un compito relativamente facile per lui. Tuttavia, la situazione non è così semplice come sembra, poiché i raid di livello inferiore non forniscono molto in termini di guadagno, e lui non sarà accettato nei raid di livello alto a causa della sua appartenenza al grado E. Chiedere alla Hunter Association di rivalutarlo lo porterà sicuramente a salire in classifica grazie alle sue maggiori capacità, ma comporterà anche una serie di domande, un’indagine e altre cose che desidera evitare per il momento. Mentre Jinwoo continua a riflettere sulla sua prossima linea d’azione, trova un raid di livello C con un’apertura in cui può arruolarsi.

Preparato per il raid, Jinwoo incontra il leader della squadra del raid, Hwang Dongsuk, che lo accoglie calorosamente. Dongsuk rivela che per un raid di grado C, dovevano riempire la quota richiesta di altri due cacciatori, poiché occorrono otto membri in totale, e anche che il basso grado di Jinwoo non sarà motivo di preoccupazione poiché non ha bisogno partecipare al combattimento. Insieme a Jinwoo, un giovane cacciatore di grado D, mite ed entusiasta, Yoo Jinho, si unisce alla squadra nel suo primo raid. Appartenente a una famiglia ricca, Jinho può permettersi armature e armi costose, apparentemente per compensare le sue scarse capacità.

Riuscirà Jinwoo a sconfiggere il boss del dungeon di grado C da solo?

Mentre Jinwoo firma il vincolo di auto-responsabilità prima di unirsi al raid, nota che solo la metà dei membri della squadra sono cacciatori di grado C e l’intera squadra comprende trafficanti di danni e carri armati, senza un solo guaritore nel gruppo. Dopo l’interrogatorio, il leader della squadra Dongsuk evita la domanda affermando che, essendo un gruppo solitario senza gilda, non possono permettersi un guaritore e la squadra si trasferisce nel dungeon.

Mentre si avventura all’interno, Jinho avvia una conversazione con Jinwoo e rivela che suo padre, preoccupato, gli ha regalato l’armatura e l’arma come mezzo di protezione contro i pericoli sconosciuti che si nascondono all’interno del sotterraneo. Il ragazzo mostra il lato coraggioso della sua natura promettendo di proteggere Jinwoo se la situazione lo richiederà. Alla fine, la squadra rischia di cadere in un’imboscata da parte di un’orda di mostri creatura, ma l’abilità di percezione potenziata di Jinwoo gli consente di avvertirli in anticipo. Jinho riesce in qualche modo a tenere testa, pur utilizzando capacità di coordinazione superiori. Il resto della squadra elimina l’orda, con Jinwoo che rimane fuori dal combattimento. Dongsuk ringrazia Jinwoo per aver usato la sua capacità di osservazione nel tempo e, dopo aver raccolto le pietre essenza dai mostri, la squadra decide di localizzare il boss del dungeon.

Tuttavia, i membri notano che i mostri che hanno incontrato erano già indeboliti e feriti, il che indica che una creatura significativamente più forte sarà il boss del dungeon. La squadra arriva finalmente in una camera che si mostra completamente ricoperta di pietre di mana, tanto che, anche se divise tra i membri, frutteranno un’elevata ricompensa. Jinho ricorda debitamente a Dongsuk che anche se Jinwoo non ha preso parte al combattimento e di conseguenza non ha ricevuto le pietre dell’essenza, è tenuto a ricevere una parte uguale delle pietre di Mana come partecipante al raid. Dongsuk è d’accordo, e proprio mentre progetta di scavare l’enorme scorta di pietre di Mana, notano il boss del dungeon, un gigantesco ragno, che riposa al centro della camera.

Usando come scusa la mancanza di strumenti di scavo, Dongsuk e il resto della squadra lasciano la camera, lasciandosi dietro Jinwoo e Jinho, affermando semplicemente che torneranno in pochissimo tempo e che rimarranno illesi finché il boss del dungeon non lo sarà. risvegliato. Ben presto, il loro piano nefasto viene rivelato mentre Dongsuk e co. distruggono l’ingresso della camera dall’esterno, lasciando i due intrappolati all’interno della camera e, per aumentare la loro miseria, viene mostrato che il boss del dungeon si è risvegliato. Jinwoo ricorda il consiglio del suo ex mentore, il leader Park, secondo cui la presenza di truffatori come Dongsuk nel business dei cacciatori è piuttosto comune: persone che usano cacciatori di basso rango come esca per trarre profitto a loro piacimento. Dato che si tratta già di un lavoro pericoloso, la maggior parte degli incidenti provocati deliberatamente vengono spacciati per eventi accidentali e i loro crimini non vengono scoperti. Ora finalmente, Jinwoo capisce il motivo per cui non c’erano guaritori nella squadra, poiché Dongsuk e i membri del suo team principale avevano deliberatamente abbandonato i loro compatrioti anche più volte in precedenza.

Di fronte al pericolo imminente, il cacciatore alle prime armi Jinho cerca di essere coraggioso, ma anche lui si rende conto che una battaglia con il boss del dungeon finirà sicuramente con una morte orribile. Jinwoo decide di farsi avanti ed evoca la sua arma, sorprendendo Jinho nel processo, e alla fine dell’episodio, inizia la battaglia con il ragno gigante. Sembra che nel prossimo episodio Jinwoo alla fine dovrà rivelare il suo segreto, il che solleverà preoccupazioni poiché è l’unico cacciatore conosciuto con la capacità di salire di livello. Nel prossimo episodio verrà discusso anche se Dongsuk e i suoi lacchè verranno arrestati dall’Associazione dei cacciatori.