Recensione: Rune Factory 5 – Giocatore hardcore

Sebbene Harvest Moon e Story of Seasons siano sempre stati incentrati su avventure agricole più semplici, Rune Factory ha ribaltato la serie e ha introdotto molti altri elementi fantastici oltre all’aggiunta di combattimento. Dopo che Rune Factory 4 è stato rilasciato per la prima volta nel 2012, il lungo intervallo prima di ulteriori notizie sulla serie ha fatto sì che i fan si chiedessero se avremmo mai visto un’altra voce se quella sarebbe stata per il prossimo futuro. Fortunatamente il rilascio di Rune Factory 4 Special ha alleviato queste preoccupazioni oltre all’annuncio di Rune Factory 5 in lavorazione. Ora che è finalmente arrivato, possiamo finalmente vedere se Rune Factory 5 è la continuazione dell’avventura agricola che così tanti volevano.

La storia segue un giovane individuo che si sveglia in mezzo al pericolo quando una ragazza viene inseguita dai mostri. Agendo in fretta, la salvano senza sprecare un momento prima di svenire e essere riportati in un villaggio vicino. Il giovane salvatore non ha idea di chi siano, apparentemente avendo perso la memoria a un certo punto, ma il villaggio decide di accoglierli e farli diventare un membro di SEED. L’organizzazione SEED è paragonabile a una specie di guardia forestale, che supervisiona il villaggio e le aree selvagge vicine per garantire che tutti siano al sicuro. Subito dopo l’inizio della vita nel villaggio, iniziano a succedere cose misteriose, che portano il nuovo ranger SEED a essere inviato a indagare e porre fine a varie furie di mostri. Lungo la strada iniziano ad apparire, o ritornano, nuovi volti e la vita del villaggio diventa più frenetica e movimentata. Ci sono molti misteri che devono essere svelati, come l’identità del giovane ranger SEED e cosa sta causando l’interruzione. Questo può essere opprimente per un individuo, tuttavia, motivo per cui è bello che le cose possano prendere una svolta più rilassata come parte della vita agricola.

Anche se ci sono un sacco di cose in Rune Factory 5, gli umili inizi sono quelli di un agricoltore. A partire dalle rape classiche, i giocatori imparano a curare i loro giardini in numerosi modi e iniziano a guadagnare denaro. Il modo più semplice per farlo è semplicemente controllare quando le verdure sono cresciute meglio, zappare il campo, piantare il raccolto ed essere sicuri di annaffiarlo ogni giorno. Ci sono molti modi per migliorare ogni raccolto, come usare una falce su di esso quando è completamente cresciuto per ottenere semi di livello superiore o utilizzare nutrienti utili per aiutarli a crescere più velocemente, meglio o più grandi. L’unica cosa che frena il giardinaggio all’inizio sono i punti rune, o RP, usati in modo molto simile alla resistenza o al mana per usare attrezzi agricoli e altre abilità. Mentre la maggior parte di questi primi raccolti probabilmente finirà per essere venduta per soldi, i prodotti alimentari possono essere salvati per ricette o regali ad altri abitanti del villaggio una volta che le cose iniziano a muoversi. Potrebbe volerci un po’ per arrivare a piantare effettivamente i raccolti, tuttavia, poiché ogni giorno il campo tende a coprirsi di bastoncini, rocce ed erbacce che devono essere gestiti. Fortunatamente nulla va sprecato, poiché tutti questi possono essere usati come materiali per la creazione, che è la chiave per sopravvivere in un mondo che non ha paura di lanciare mostri in giro.

Il crafting è fondamentale per un motivo particolare: combattere ed essere completamente attrezzato per affrontare i mostri. I giocatori possono creare armi, armature, cibo per la guarigione e pozioni per riparare i disturbi. Fare le cose dipende dal livello dell’abilità artigianale e dal mangiare determinati pani di ricette per insegnare più abilità. All’inizio, tuttavia, questa è una via d’uscita e la maggior parte andrà semplicemente a caccia di nemici facili e mangiando semplici erbacce per cavarsela. Per i fortunati, probabilmente non passerà molto tempo prima di imbattersi in forzieri con utili armature o armi, oltre a molti oggetti da tenere a portata di mano o da vendere per denaro extra. Il combattimento stesso è relativamente semplice e diretto e cambia con ogni singola arma. Alcuni sono più veloci con un’enfasi su molti piccoli colpi dannosi, mentre altri sono dotati di attacchi lenti ma potenti. Poiché vengono utilizzati per affrontare i nemici, anche l’abilità delle armi aumenterà di livello, consentendo l’uso di più stili di attacco come scatti o attacchi caricati. Se i giocatori sono in giro con un altro abitante del villaggio possono eseguire attacchi combo una volta che la loro barra è stata riempita, oltre a fornire loro equipaggiamento e equipaggiamento per creare alleati più forti con cui combattere. C’è anche una sfilza di incantesimi che possono essere trovati come attacchi elementali o cure oltre alle abilità delle armi che richiedono tutti RP. In fondo, il combattimento è semplice, ma per un titolo che funziona con un timer che ticchetta costantemente in base al giorno, ha senso che non sia mai troppo complesso e che i combattimenti non tendano a durare a lungo a meno che tu non sia sotto il livello.

Combattere i mostri è bello e divertente, ma Rune Factory è anche noto per un’altra caratteristica fondamentale: domare i mostri! Quasi tutti i nemici visti vagare in giro o che possono essere affrontati in battaglia possono anche essere domati, supponendo che sia stato costruito un fienile e che abbia spazio per ospitarli. Per la maggior parte dei nemici questo è un compito facile poiché dare loro qualsiasi vecchio oggetto ha la possibilità di domarli. Ogni mostro ha oggetti preferiti (che il più delle volte sono gli oggetti che loro stessi sono in grado di far cadere una volta sconfitti), ma possono semplicemente ricevere erbacce e hanno la possibilità di domarli. L’addomesticamento è prezioso per molteplici ragioni, in primo luogo il fatto che non ci sono animali da fattoria tradizionali che possono essere acquistati, ma invece i giocatori devono uscire e addomesticare un cluckadoodle per le uova, un wooly per la lana o un bufalo per il latte. Ciò si estende anche ad alcuni altri mostri che possono rilasciare materiali ogni giorno, supponendo che siano ben nutriti, e offrono molte opportunità per più crafting o produrre cibo. Una volta che un mostro è abbastanza amichevole, può anche aiutare sul campo a ripulire, piantare o persino raccogliere oggetti che sono stati piantati. Possono anche essere eliminati e combattere insieme al giocatore, con il vantaggio aggiuntivo di poter sbarazzarsi di mostri abbastanza grandi e attaccare con loro allo stesso tempo. C’è anche un’altra opzione per aggiungere mostri al gruppo come alleati temporanei attraverso la nuova meccanica di cattura che offre un paio di opzioni. Se non è completamente carico, un incantesimo di cattura può essere sparato a un mostro per stordirlo per attacchi facili o persino rubargli un oggetto. Se l’incantesimo di cattura è completamente carico, ha la possibilità di rendere il mostro un alleato per ben 24 ore dal momento della cattura. Ottimo per chi si avventura da solo nel momento e si sente sopraffatto dai mostri nelle vicinanze, e utile per ottenere oggetti rari!

Naturalmente, c’è molto di più in questo mondo che combattere o coltivare. Vanno tutti bene, ma è sempre bello fare un passo indietro e conoscere gli abitanti del villaggio in giro per la città, compreso l’insieme di persone single che cercano qualcuno da amare. Come titoli simili nel genere, un grande punto di divertimento in Rune Factory 5 è scegliere un partner da sposare dopo aver appreso di loro e conoscersi l’un l’altro. Ci sono dodici personaggi singoli in totale che sono completamente accessibili ai giocatori indipendentemente dal sesso selezionato all’inizio. Non tutti saranno disponibili dall’inizio e potrebbero essere necessari progressi nella trama per essere sbloccati, ma costruire una relazione con loro e gli altri abitanti del villaggio è una parte importante della convivenza. Fare amicizia può essere facile parlare con loro ogni giorno e fare loro un regalo di tanto in tanto. Non c’è limite di tempo difficile su quando un giocatore ha bisogno o addirittura deve sposarsi. Possono facilmente prendersi il loro tempo godendosi la storia e concentrarsi sui personaggi in seguito, se lo desiderano, ma vale la pena parlare con loro e completare le richieste per ottenere più oggetti. L’esecuzione delle richieste premia oggetti utili e l’accesso a più forniture come colture più disponibili da piantare o fiori da coltivare tra molte altre cose. Ciò include il luogo principale della città, Studio Palmo, dove i giocatori accedono a importanti aggiornamenti come vari tavoli di creazione e aggiornamenti ad altre strutture. C’è anche Eliza, la misteriosa scatola parlante, che può assegnare festival e offrire altri potenziamenti con punti utilizzati completando le richieste che aiutano a ottenere eventi più vivaci in giro per la città. Per chiunque trovi il proprio viaggio un po’ sbilanciato, Eliza può anche cambiare la difficoltà in qualsiasi momento.

Uno dei difetti più grandi e evidenti di Rune Factory 5 è il suo framerate. Anche se giocare a lungo potrebbe far sì che alla fine ci si abitui, il framerate incoerente è sempre un po’ stridente. Uscire da un edificio fa vibrare il mondo intorno per caricare le cose e semplicemente correre da un lato della città all’altro provoca cali piuttosto regolari. Combattere in realtà non è terribile se ci sono solo pochi nemici sullo schermo, ma comincerà a sbuffare un po’ se ce ne sono troppi, specialmente nell’overworld. I dungeon sono molto più facili grazie allo spazio chiuso, ma non si sente mai meravigliosamente liscio in alcun modo. Le immagini sono affascinanti, anche se semplici, ma fanno il loro lavoro soprattutto nell’adorabile grafica del personaggio che si vede quando le persone parlano. Sarebbe bello se l’arte fosse stata un po’ più stilizzata simile al titolo Wii Rune Factory, ma è comunque utile. I modelli hanno spesso una goffa mancanza di movimento della bocca, ma di solito è facile trascurarla. La musica è orecchiabile ma non ci sono capolavori qui; è solo una colonna sonora piacevole e piacevole da ascoltare casualmente quando si lavora o si va in giro per il mondo. Si è verificato un bizzarro bug durante il gioco che ha causato lo scorrimento di alcuni secondi dei titoli di coda nel bel mezzo di un filmato, ma non ha interrotto nulla, è stato solo un momento esilarante che ha portato a un personaggio dall’aspetto esasperato adatto dopo che sbiadito.


Commenti di chiusura:

Rune Factory 5 sembra esattamente come si prefiggeva di essere: più Rune Factory per il divertimento dei fan. Non aggiunge una sfilza di novità dal punto di vista meccanico, ma offre un mondo nuovo di zecca da esplorare con più personaggi di cui divertirsi lungo il percorso, che non è troppo diverso da come gestiscono esattamente le cose i nuovi titoli di Story of Seasons. La cosa più importante che lo trattiene è il framerate, che è particolarmente deludente dato che il titolo è uscito in Giappone per quasi un anno e apparentemente non è stato risolto. C’è un’opzione di risoluzione dinamica che può essere disattivata per un framerate leggermente migliorato, ma niente di incredibilmente migliore. C’è molto da amare nel ciclo di gioco, nei personaggi e nella storia accattivante, e questo è ciò che lo lega insieme per chiunque riesca a resistere al framerate instabile. Per coloro che stavano aspettando un’altra voce della serie, Rune Factory 5 offre più di ciò che i fan amano nel nuovissimo fantastico mondo dell’agricoltura, dell’addomesticamento e del romanticismo.