PlatinumGames afferma che probabilmente non sarebbero interessati all'acquisizione Xbox

Sono circolate voci secondo cui Microsoft stava cercando di acquisire PlatinumGames, ma lo sviluppatore del gioco ha ora affermato che un buy-out da Microsoft non sarebbe stato di loro interesse e che non avevano nemmeno ricevuto alcuna offerta.

Phil Spencer, il capo del marchio Xbox, ha affermato più volte di voler aggiungere uno sviluppatore giapponese agli studi proprietari di Xbox, in modo che la società possa creare contenuti più curati per un pubblico giapponese. PlatinumGames sarebbe proprio il tipo di studio che Spencer sta cercando, forse spingendo le voci a iniziare a circolare.

Tuttavia, Atsushi Inaba, il produttore principale di PlatinumGames, ha affermato che la vendita dello studio sul palco sarebbe l'opposto di ciò che stanno cercando di ottenere in questo momento prendendo iniziative nell'autopubblicazione.

"Ho letto alcune indiscrezioni su Xbox che desiderano acquistare PlatinumGames", ha spiegato Inaba, "e ho pensato," le persone su Internet scrivono le cose più folli ", perché quella conversazione non è arrivata affatto alla nostra porta".

Ha poi continuato a spiegare che la società sta lavorando duramente per darsi più libertà in ciò che fanno e nei giochi che creano, e rientrare sotto l'ombrello di Xbox, in cui avrebbero lavorato sotto la loro direzione, sarebbe controintuitivo.

Le console Xbox in genere hanno avuto difficoltà in Giappone, di solito cadendo nell'hardware di giochi più venduto della regione. IDC, una società di ricerche di mercato, ha affermato che Xbox One ha realizzato solo lo 0,3% delle sue vendite globali in Giappone. Inoltre, Famitsu ha riferito che per il 2018, Xbox One ha venduto solo 15.339 in Giappone per tutto l'anno, rispetto a 1,7 milioni per la Playstation 4 e 3,5 milioni per Nintendo Switch
.

Hideo Kamiya, il designer di Bayonetta di PlatinumGames, ha affermato che Xbox non è riuscita a commercializzare le proprie console in base ai gusti dei giocatori giapponesi e che la console si è sempre sentita straniera e come se non fosse orientata verso il pubblico giapponese.

Inaba ha aggiunto i suoi pensieri a quell'idea:

“Sono d'accordo con la natura estranea dell'hardware, ma ammiro anche che Phil voglia provarci duramente in Giappone. Mi piacerebbe dargli qualche consiglio, ma sento anche che la strada del successo in Giappone non è sempre stata quella di avere l'hardware migliore .. ”

Se Spencer e Xbox vogliono iniziare a fare un tuffo più grande in Giappone, sembra che dovranno guardare altrove da PlatinumGames e forse dovrebbero pensare in modo diverso rispetto all'acquisizione di uno studio giapponese. Potrebbe essere necessario concentrarsi sull'hardware stesso e su come lo commercializzano ai giocatori giapponesi. Indipendentemente da ciò, non sarà facile abbinare Sony o Nintendo, che hanno sede in Giappone.

Siamo sicuri che Phil Spencer spera di vedere più console vendute in Giappone quando la Xbox Series X verrà lanciata questa festa.

Loading...
Loading...