I giochi più importanti con personaggi LGBTQ+

I videogiochi possono aiutare a modellare una persona, quindi è importante riconoscere i titoli che danno a voci e personaggi LGBTQ+ un riflettore positivo. Molti che mettono in discussione la loro sessualità spesso incontrano una barriera mentre le pressioni della società aumentano su di loro. Tuttavia, all’interno di quel rumore, i videogiochi possono dare una mano al viaggio di una persona con personaggi riconoscibili e immagini positive di minoranze queer e di genere non conformi. Ecco sei giochi LGBTQ+ tradizionali che si distinguono davvero, presentati in ordine alfabetico.

Apex Legends

Immagine tramite EA

EA e Respawn Entertainment Apex Legends ha forse il maggior numero di personaggi LGBTQ+ in qualsiasi sparatutto in prima persona multiplayer e li rappresenta tutti con gusto. Ci sono almeno sei personaggi LGBTQ+ confermati in Apex, e sono tutti in primo piano nei filmati e nei fumetti simili a Overwatch. Alcune righe menzionano esplicitamente la loro sessualità senza ritrarre stereotipi negativi. Ad esempio, Gibilterra è gay e ha una personalità calorosa, mentre Fuse è un individuo molto mascolino e appariscente che è pansessuale (è spesso chiamato l’uomo delle donne e uomo di un uomo). È bello vedere uno dei più grandi battle royale del settore avere così tanti personaggi LGBTQ+, e noi siamo qui per questo.

Celeste

Immagine tramite Giochi estremamente OK

Questo platform duro come un chiodo è un bellissimo viaggio attraverso la battaglia contro la depressione della protagonista Madeline. Rende il platform di alto livello una parte della storia e fa sentire il giocatore realizzato alla fine. Racconta anche un’eccellente storia di raggiungimento di un obiettivo, nonostante le battute d’arresto e i dubbi di Madeline. Anche se il gioco fa poca o nessuna menzione del fatto che sia una donna trans, è proprio questo il punto. “Beh, sì, certo, lo è”, ha detto la creatrice di Celeste Maddy Thorson sulla sua identità di genere in un post sul blog. “Questo sembra dolorosamente ovvio per molte persone (soprattutto trans), e allo stesso modo sembra dolorosamente ovvio anche per me, in retrospettiva.”

Inquisizione dell’era del drago

Immagine tramite EA

Combattimenti avvincenti, una storia complessiva accattivante e personaggi riconoscibili: questi sono i principi di un fantastico gioco di ruolo. Dragon Age Inquisition di BioWare ha alcune avvincenti relazioni tra persone dello stesso sesso, oltre a tutto ciò. Ad esempio, abbiamo appreso i dettagli della personalità, del background e del fascino di Iron Bull. Qualcosa che spiccava in lui, in particolare, è come il suo esterno duro si sbriciolasse in una morbida maglia nei momenti delicati. Man mano che la relazione andava avanti, la relazione era più profonda del semplice sesso occasionale. Questa è una delle tante dinamiche queer significative all’interno del catalogo di titoli di BioWare nel corso degli anni.

Andato a casa

In questo amato indie di The Fullbright Company, interpreti una donna che esplora una casa abbandonata alla ricerca della sua misteriosa sorella Sam. Mentre raccogli lettere e altri indizi, scoprirai la storia dietro il tuo personaggio e la relazione familiare di Sam, insieme alla storia personale di Sam. All’inizio, sembra pieno di suspense, ma mentre suoni Gone Home, assume un tono un po’ nostalgico. La scrittura è eccellente e gestisce la sua rappresentazione con finezza: devi solo essere coinvolto nelle esperienze di camminata per entrare in questo.

La vita è strana

Immagine tramite Square Enix

Max e Chloe, una delle coppie più importanti del mondo dei videogiochi, sono apparse nell’affascinante Life is Strange di Dontnod Entertainment. Questa relazione in cinque episodi scorre in modo naturale mentre affrontano i loro problemi e capisci veramente quanto si preoccupano l’uno dell’altro. Max fa sentire Chloe desiderata in una situazione oppressa, mentre Chloe apre gli occhi di Max su un nuovo mondo. Alcuni potrebbero trovare la scrittura degna di nota nel primo episodio, ma mentre la storia continua, si dipana per diventare un mistero intrigante e oscuro che ti prenderà dall’inizio alla fine. La meccanica principale del gioco, la manipolazione del tempo, è ottimamente utilizzata in quanto è possibile modificare le conversazioni al volo o aggirare enigmi unici.

Overwatch

Immagine tramite Blizzard Entertainment

Loading...

Simile a Celeste, Overwatch non evidenzia esplicitamente che Tracer e Soldier 76 sono personaggi LGBTQ+, ma Blizzard fa una grande dichiarazione rendendo il primo la star della serie. Tracer è descritto come premuroso, pieno di risorse e frizzante, un personaggio con cui chiunque potrebbe identificarsi. Nel frattempo, Soldier 76 ha presentato uno stoico duro che porta a termine il lavoro. Questi due contrastano con gli stereotipi che tutti gli uomini gay sono stravaganti e che tutte le donne lesbiche sono mascelle. I personaggi che si adattano agli stereotipi possono essere fantastici, ma è positivo che i nostri eroi LGBTQ+ possano variare rispetto alle rappresentazioni tradizionali. Anche i giocatori che non si adattano a quei tratti della personalità di essere stravaganti o matti possono sentirsi convalidati e aiutarli nel loro viaggio di scoperta. Indipendentemente da ciò, Tracer e Soldier 76 sono molto divertenti da giocare in un titolo multiplayer che ha preso d’assalto il mondo quando è uscito nel 2016 ed è ancora giocato fino ad oggi. Se dovessi indicare qualcuno come volto di Overwatch, dovrebbe essere Tracer, come è in quasi tutti i film e le pubblicità.

The Last of Us serie

Immagine tramite PlayStation Studios

Naughty Dog ha incluso più personaggi LGBTQ+ nella narrativa di The Last of Us. Ellie è un forte personaggio lesbico in un franchise multimilionario; è probabilmente una delle, se non la serie, di maggior successo nell’arsenale di Sony. Il DLC Left Behind per il primo gioco ha raccontato una narrazione emotivamente avvincente su Ellie che mostra il suo amore per la sua cotta Riley che ti lascerà in lacrime. E poi in The Last of Us Parte 2, abbiamo visto un legame naturale tra Ellie e il suo interesse amoroso Dina che è cresciuto man mano che il gioco andava avanti. La parte 2 presenta anche un giovane trans di nome Lev, pieno di personalità ma gravato da una società che lo odia a causa della sua identità. La seconda parte ha trattato argomenti pesanti e Naughty Dog li ha gestiti in modo piuttosto appropriato, specialmente con il casting di un attore trans per Lev, Ian Alexander.

Il post I giochi più importanti con personaggi LGBTQ+ sono apparsi per primi su emagtrends.

Loading...